Stazione meteo di Levico Terme

Rilevazioni dati meteoclimatici nel Comune di Levico Terme (TN)

Stazione meteorologica a norma MeteoNetwork - Rete MeteoNetwork - Licenza ODbL


LuogoLevico Terme
Località
ProprietarioGiampaolo Rizzonelli
StrumentazioneDavis Vantage Pro 2
Latitudine46.013 N
Longitudine11.298 E
Altitudine490 mslm
Altezza dal suolo170 cm
SchermaturaStandard
TipologiaUrbana
Tipo ubicazioneGiardino

Sei il gestore della stazione e alcuni dati non sono esatti? Modificali comodamente da myMeteoNetwork!

Foto del posizionamento

stazione
stazione

Descrizione della stazione e del clima della zona

Scrivi un resoconto del topoclima della tua zona, della lunghezza indicativa di mezza pagina: Levico Terme è situata in Trentino sul fondovalle della Valsugana, su un conoide di deiezione, l’altitudine del centro abitato varia dai 450 ai 550 metri circa, l’altitudine ufficiale è di 502 metri, mentre la stazione di Meteo Levico Terme è posta a quota 490 metri. Circondano l’abitato diverse cime, a nord la Panarotta (m. 2002), a sud la Cima Vezzena (o Pizzo di Levico) m. 1908, la Cima Mandriolo m. 2049. A sud est la catena di Cima Dodici con la Cime Portule m. 2.307 e Cima Dodici m. 2336, a sud ovest la catena della Vigolana. Levico si affaccia sul vicino Lago di Levico Terme che non ghiaccia tutti gli anni (l’ultima volta risale all’inverno 2005/2006), la temperatura del lago passa dai 2°C di gennaio/febbraio ai 28°C di luglio/agosto. In inverno le temperature risentono dello scarso soleggiamento (le montagne situate a sud della città fanno sì che il sole sorga dopo le 10.00 di mattina per buona parte dei mesi di novembre e dicembre e che tramonti poco dopo le 15.30). In caso di perturbazioni, se il cuscino freddo tiene, sono spesso possibili abbondanti precipitazioni nevose, ma a volte accade che con fasi sciroccali venga demolito il cuscino freddo e si abbiano piogge a Levico Terme e magari nevicate nella vicina Trento situata a quota più bassa (194 metri). Spesso a fine autunno e nella prima parte dell’inverno, quando il vicino lago di Levico e quello di Caldonazzo non sono ancora ben raffreddati, sono frequenti nebbie che persistono fino alle ore 11.00 di mattina, nebbie che facilitano la formazione di spettacolari galaverne, specie nelle campagne a sud della città. Gli episodi di foehn che spesso colpiscono il Trentino, sono mitigati a Levico Terme dalla barriera costituita a nord dal monte Panarotta. Le precipitazioni sono pressoché omogenee, in termini di quantità mensili, da maggio ad ottobre, anche se in estate, sono influenzate dai temporali, infatti la presenza di montagne favorisce la formazione di cumulonembi e di successivi fenomeni temporaleschi. I mesi meno piovosi sono quelli invernali in particolare da dicembre a marzo.