Stazione meteo di Palazzo Mancinelli

Rilevazioni dati meteoclimatici nel Comune di Gualdo Tadino (PG)

Stazione meteorologica a norma MeteoNetwork - Rete MeteoNetwork - Licenza CC-BY 4.0


LuogoGualdo Tadino
LocalitàPalazzo Mancinelli
ProprietarioPierluigi Gioia
StrumentazioneDavis Vantage Pro 2
Latitudine43.25 N
Longitudine12.77 E
Altitudine455 mslm
Altezza dal suolo200 cm
SchermaturaStandard
TipologiaUrbana
Tipo ubicazioneCampo aperto

Sei il gestore della stazione e alcuni dati non sono esatti? Modificali comodamente da myMeteoNetwork!

Foto del posizionamento

stazione
stazione
stazione

Descrizione della stazione e del clima della zona

La località Palazzo Mancinelli si trova alle pendici del monte Maggio (1361 m) ed esattamente allo sbocco della stretta valle del valico di Valmare (990 m), sul versante sud occidentale dell’Appennino umbro-marchigiano. Si tratta di una zona molto ventosa: d’inverno a causa dei venti di bora che vengono accelerati dal valico e giungono fino al fondovalle con velocità superiori ai 50-60 nodi (nel gennaio del 2001 ho registrato una raf-fica di 67 nodi!); d’estate per le brezze di valle e di monte. Raramente, in qualunque giorno dell’anno, la raffica più intensa di vento è inferiore ai 15 nodi. L’andamento delle temperature e delle precipitazioni nel corso dell’anno è tipico di un clima sub-continentale, con forte influenza mediterranea. A gennaio la temperatura media si aggira sui 4°C, a luglio ed agosto intorno ai 21-22°C. Le temperature minime sono in media non troppo basse a causa della ventilazione (a gennaio in media 1°C), ma in assenza di vento la temperatura precipita facilmente a valori prossimi a – 15°C. La minima storica (1978) è di – 20°C. D’estate, le minime si aggirano attorno ai 14-15°C, con una forte escursione termica diurna. Tuttavia, le temperature diurne raramente si avvicinano ai 40°C, anche grazie alle brezze. Le precipitazioni annue complessive si aggirano attorno ai 1.200 mm, pur se con forti differenze annuali. Il mese più piovoso è novembre, con oltre 130 mm di media; seguono aprile e dicembre; il più arido luglio, con poco meno di 60 mm (C’è una certa aridità esti-va, ma non così pronunciata come lungo le coste tirreniche). E’ un clima al riparo da fenomeni estremi: a parte la violenza del vento e le abbondanti bu-fere di neve (fino agli anni ’90 era normale avere 1 metro di neve all’anno), sono poco fre-quenti i forti temporali, quasi del tutto assenti le grandinate. Da segnalare solo i quasi 300 mm di pioggia caduti in tre giorni nel dicembre 2002 e nel novembre 2013. Un fenomeno, al contrario, in forte aumento è la nebbia in primavera, a causa della vicina diga di Valfabbrica.