Stazione meteo di Sirtori

Rilevazioni dati meteoclimatici nel Comune di Sirtori (LC)

Stazione meteorologica a norma MeteoNetwork - Rete MeteoNetwork


LuogoSirtori
Località
StrumentazioneDavis Vantage Pro 2
Latitudine45.75 N
Longitudine9.33 E
Altitudine365 mslm
Altezza dal suolo180 cm
SchermaturaStandard
TipologiaSemi-Urbana
Tipo ubicazioneGiardino

Sei il gestore della stazione e alcuni dati non sono esatti? Modificali comodamente da myMeteoNetwork!

Foto del posizionamento

stazione
stazione

Descrizione della stazione e del clima della zona

La stazione di Bevera, è ubicata in zona semi-urbana a 365mt slm, nella parte inferiore del comune di Sirtori 457mt (LC). Entra a far parte della Brianza lecchese e dista circa 13Km dalla città di Lecco, capoluogo di provincia. A sud confina con la zona boschiva che ricopre il pendio che risale fino a Sirtori, mentre a sudovest ed a nordest con le rispettive aree semi-urbane di Barzago e Perego. Proprio per la sua dislocazione orografica di pendio, le inversioni termiche sono ridotte, e le temperature non presentano quasi mai estremi di rilievo. Durante la stagione invernale non si registrano minime di particolare entità.In notti serene con tempo stabile, è una brezza di pendio da sud-sudovest a prevalere, che inibisce il ristagno di aria fredda al suolo.Durante il giorno le ore di sole sono limitate a quelle centrali della giornata (dalle 11.00 alle 14.00 circa).Ciò dovuto alla zona d’ombra della collina di Sirtori e di conseguenza non si raggiungono le temperature massime delle zone adiacenti, con un deficit che a volte può toccare il grado centigrado in meno. Durante la stagione estiva,l’area boschiva evidenzia i suoi effetti specialmente con venti da est-sudest, che ci regalano temperature massime, che in casi estremi, possono risultare inferiori di ben oltre 1°C alle altre zone limitrofe!Mentre durante il tardo pomeriggio e la sera la temperatura cala velocemente per effetto di fresche brezze di pendio provenienti da sud-sudovest, senza altresì dar luogo a minime di rilievo, inibendo il ristagno di aria fredda nei bassi strati. La direzione predominante del vento è da ovest-sudovest: molto esposta ai venti di föhn e più protetta da quelli di scirocco e sudest, anche se, solitamente, le raffiche maggiori si registrano durante i temporali estivi. Quest’ultimi si presentano con intensità maggiore, ed a volte possono risultare molto violenti, se provenienti da nordovest e comasco, mentre risultano meno intensi, ma non per questo meno rilevanti a livello precipitativo e dei fenomeni, quelli di direzione nordest-sudovest, provenienti dal lecchese. La piovosità media si aggira come per le zone del meratese sui 1300mm annui, concentrata nei mesi primaverili ed autunnali, e durante i temporali estivi. Da notare durante le giornate piovose e perturbate temperature relativamente basse, specialmente le minime, se confrontate con zone limitrofe della provincia. Infine, specialmente negli ultimi anni, sono rare le situazioni di nebbia e ancor più di galaverna mentre sono diminuiti gli apporti nevosi.