Stazione meteo di Monte Gennaro

Rilevazioni dati meteoclimatici nel Comune di San Polo dei Cavalieri (RM)

Stazione meteorologica a norma MeteoNetwork - Rete MeteoNetwork - Licenza CC-BY 4.0


LuogoSan Polo dei Cavalieri
LocalitàMonte Gennaro
ProprietarioGabriele Serafini
StrumentazioneFoshk WH6003
Latitudine42.054 N
Longitudine12.821 E
Altitudine1031 mslm
Altezza dal suolo200 cm
SchermaturaAutocostruita
TipologiaExtra-Urbana
Tipo ubicazioneCampo aperto

Sei il gestore della stazione e alcuni dati non sono esatti? Modificali comodamente da myMeteoNetwork!

Foto del posizionamento

stazione
stazione
stazione
stazione
stazione
stazione

Descrizione della stazione e del clima della zona

La location prescelta per l’installazione della stazione meteorologica (Pratone di Monte Gennaro, 1030 m. s.l.m.) è situata al termine di un sentiero la cui percorrenza è resa scomoda dal fondo sassoso. E’ distante circa 30 km da Roma e risulta raggiungibile percorrendo dapprima la via Tiburtina in direzione di Tivoli e superando, successivamente, l’abitato di Marcellina nonchè alcuni tornanti fino a Prato Favale (830 m. s.l.m.) da cui si ammira il Monte Morra (1036 m. s.l.m.). Dal Pratone si scorge la vetta del Monte Gennaro (1271 m. s.l.m.) da cui si apre un panorama a 360 gradi, eccetto in direzione del Monte Pellecchia (1370 m. s.l.m.), a poca distanza, il più alto dei Monti Lucretili, piccoli rilievi subito fuori le porte della grande metropoli. La visione sconfinata su quattro regioni dell’Italia centrale - Lazio, Umbria, Marche ed Abruzzo – abbraccia i rilievi Sabini, le colline umbre, il Lago di Bracciano ed il gruppo del Terminillo ma permette nelle giornate più asciutte una chiara visione dei monti Reatini, del Cicolano, dei Carseolani e dei Simbruini. L’ambiente è decisamente umido, visti i muschi che ricoprono le rocce ai lati del sentiero, con scenari che durante la stagione invernale creano giochi di luce piuttosto insoliti a queste latitudini per via dei cristalli di ghiaccio che si osservano quando l’ambiente circostante è innevato. Il Pratone di Monte Gennaro è un altopiano oblungo - con una faggeta che segna il confine rispetto ai leggeri costoni delle alture intorno - immerso in un ambiente tra radura, bassa vegetazione, rovi spinosi e rocce sporgenti, scivolose ed insidiose, modellate dal vento; non rari gli agrifogli, dalle foglie verdissime e le bacche rosso vivo; frequenti le presenze di animali allo stato brado. Nonostante la scarsa distanza dal mare, la particolare estensione dell’altopiano - racchiuso in una vallata in fondo alla quale sembra visivamente crearsi la conformazione di un catino - rende possibile, nella stagione fredda ed in particolari condizioni climatiche (presenza di neve al suolo, non elevati tassi di umidità relativa ed assenza di ventilazione) il raggiungimento di temperature minime estreme per questa latitudine, dell’ordine stimato di circa 15° sotto lo zero. Questa spiccata attitudine ad una marcata inversione termica è stata oggetto di osservazioni da parte delle due Associazioni (AQ Caput Frigoris e Meteo Lazio) che hanno condiviso l’esperienza ed il progetto per il monitoraggio di questa area geografica finora mai attenzionata.