Stazione meteo di Doganella di Ninfa

Rilevazioni dati meteoclimatici nel Comune di Cisterna di Latina (LT)

Stazione meteorologica certificata a norma MeteoNetwork - Rete MeteoNetwork


LuogoCisterna di Latina
LocalitàDoganella di Ninfa
StrumentazioneDavis Vantage Pro 2
Latitudine41.575 N
Longitudine12.925 E
Altitudine35 mslm
Altezza dal suolo180 cm
SchermaturaStandard
TipologiaUrbana
Tipo ubicazioneGiardino

Sei il gestore della stazione e alcuni dati non sono esatti? Modificali comodamente da myMeteoNetwork!

Foto del posizionamento

stazione
stazione

Descrizione della stazione e del clima della zona

Doganella di ninfa e’ un piccolo borgo situato nella pianura pontina ai piedi dei monti lepini, il clima della zona risente molto dell’influenza del mare che dista circa 25 km, gli sbalzi termici quindi non sono rilevanti, se si escludono le ondate di freddo provenienti da ene nella quale essendo in sottovento ai monti , a cielo sereno le temperature minime possono scendere facilmente in campo negativo anche di 4 o 5 c° ,di giorno risalgono facilmente grazie alla brezza di mare. I venti predominanti sono da sw . i mesi piu’ piovosi sono dalla fine di settembre alla fine di dicembre e da febbraio a maggio. La bella stagione inizia presto , già dalla fine di maggio si possono apprezzare temperature prettamente estive grazie agli anticicloni che spesso si insediano sull’area regalando giornate gradevoli ,brevi interruzioni si verificano intorno alla metà del mese di giugno quando qualche perturbazione atlantica riesce a passare la guardia, ma con passaggi veramente brevi. Nella stagione estiva le temperature mediamente sono intorno ai 30c° diurni e generalmente sotto i 20 di notte Interessante il mese di agosto quando le prime sacche fresche in quota provenienti da nord regalano temporali che si sviluppano sui lepini e si espandono verso la pianura supportati dalla termica insieme alla brezza marina danno alimentazione sufficiente per sviluppi di cumulonembi importanti. I mesi autunnali sono caratterizzati da continui passaggi perturbati di origine atlantica , con temperature che si mantengono miti sino agli inizi di dicembre. Salvo rare irruzioni fredde di novembre, i primi freddi giungono quasi sempre intorno alla prima decade. Le precipitazioni nevose sono rare.